Tre, due, uno, zero! È arrivata Proscaenia!

Una volta c’era la RAI. No, che c’entra, la RAI c’è sempre, ma qui ci si riferisce a un’altra RAI, quella dell’unico canale televisivo che agli italiani era concesso di vedere, sui piccoli schermi (il 24 pollici allora era un lusso per pochi) di casa incassati in monumentali cassettoni pieni di valvole posizionati orgogliosamente nel salotto buono.

La RAI black &white di Lascia o raddoppia, Il Musichiere e Campanile Sera, per intenderci. La RAI, avvicinandoci all’argomento che stiamo per affrontare, che una volta a settimana dedicava lo spettacolo serale (di prima fascia, si direbbe oggi) a uno spettacolo di teatro di prosa, con tanto di: “si avvisano i signori telespettatori che l’inizio del secondo atto sarà segnalato da due colpi di gong“, opportuno avviso declamato nell’intervallo dalla voce calda e professionale di Nicoletta Orsomanno.

La ricordate?

Tranquilli: non si tratta della solita operazione-nostalgia.

L’occasione che si vuole cogliere con questo articolo è quella (facendo seguito al precedente intervento effettuato su queste stesse pagine elettroniche (il cui link riporto qui di seguito)

Lunedì 10 giugno Proscaenia, piattaforma operante esclusivamente nella diffusione di opere teatrali comincia a diffondere on line le opere raccolte nel suo ricco catalogo.

è quello di annunciare urbi et orbi che la prima piattaforma italiana dedicata ESCLUSIVAMENTE alla diffusione di opere teatrali, è in procinto irrompere nel mondo dell’intrattenimento intelligente a disposizione degli utenti che ne sottoscriveranno l’abbonamento.

A ricordarcelo e a caldeggiare questa grande iniziativa sono attori del calibro di Leo Gullotta, Giorgio Adamo e Andrea De Rosa. Gente che di Teatro ne sa più di qualcosa.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Proscaenia-1.jpeg  Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Proscaenia3-1024x1024.jpg  Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Proscaenia5.jpg

Ebbene, ho avuto il modo e il privilegio di testare personalmente, in ambiente di prova, alcune delle pièces “in tabellone” e posso assicurare che si tratta di opere di elevato livello di qualità medio, tra le quali gli appassionati di quanto avviene in palcoscenico avranno a disposizione un’ampia e ben differenziata scelta.

In particolare ho anche notato (e vi segnalo) che ben cinque, almeno per il momento, sono gli spettacoli prodotti (o coprodotti) da Le Ombre di Platone. Eccoli qui:

«Marzia e il salumiere» (scritto da Patrizio Pacioni e prodotto da Ombre di Platone. Regia di Mario Mirelli – Interpreti: Massimo Pedrotti e Chiara Pizzatti.

«Punto improprio» (scritto da Patrizio Pacioni e ispirato all’omonimo romanzo breve di Enrico Luceri, coprodotto da Le Ombre di Platone e Compagnia del Barone). Regia di Fabio Maccarinelli – Interpreti Cecilia Botturi e Andrea Moltisanti.

.

«Diciannove + Uno» (scritto da Patrizio Pacioni e prodotto da Ombre di Platone e Teatro Studio). Regia di Carlo Hasan e Lorenzo Trombini – Interpreti Carlo Hasan, Daniela Morandini e Lorenzo Trombini.

.

«Zastava 999» (scritto da Patrizio Pacioni e Daniela Morandini e coprodotto da Ombre di Platone e ÒStudios Teatro). Regia di Davide Del Grosso – Interpreti Ivan Bonasia, Francesco Cundò, Valentina Maronese e Daniela Morandini.

.

.

«Il mantello scarlatto» (scritto da Patrizio Pacioni e prodotto da Le Ombre di Platone). Regia di Milena Bosetti e Katiuscia Armanni – Interpreti Massimo Pedrotti, Katiuscia Armanni, Stefano Comini e Samuele Danesi.

.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Proscaeniater.jpegQuesta immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Proscaeniabis.jpeg

.

.

Insomma, scegliete la poltrona più comoda, rilassatevi e godetevi Proscaenia.  Per farlo, basta cliccare qui sotto… e sottoscrivere l’abbonamento a pochi euro al mese:

https://proscaenia.com/register

Ci si vede lì, a partire da stasera!

.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è GuittoCirc.png    GuittoMatto

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *