Goodmorning Brescia (20) – Eh, si fa presto a parlare di memoria!

Sia subito chiaro, però, pur essendo questo un articolo pubblicato tramite Rete, che non ci si riferisce in queso caso alla “memoria” al silicio di un pc, e neanche a quella che. difettando ai più distratti,  fa dimenticare dove diamine sono le chiavi dell’automobile e se la bolletta del gas sia stata pagata oppure no.

No, la memoria sulla quale ragiona Costanzo Gatta nell’articolo comparso sull’odierno inserto di Brescia del Corriere della Sera è tutt’altro.

È Memoria (con la M maiuscola) di costumi e tradizioni, è memoria della evoluzione stessa di un popolo inteso come grande famiglia del territorio.

Lo spunto Gatta lo prende dalla presentazione della Fiera di Orzinuovi (annuale kermesse incentrata sull’agricoltura ma fondata dai soci del Motoclub Orceano, a proposito di ricordi!) tenuta nella sede della Fondazione Civiltà Brescia, trasformandolo subito in una snella ma ben articolata argomentazione sulla “memoria” come patrimonio spirituale, prezioso e necessario primo gradino di cui servirsi per cominciare la scalata a un futuro migliore.

Ci comportiamo come se il vissuto non esistesse, evitiamo di ricordare chi ci ha preceduto o dove affondino le radici. Sempre pronti a lodare il presente e bistrattare il passato. E non ricerchiamo la nostra storia. Ci rifugiamo e crogioliamo nell’oggi per nonn avere scomodi termini di paragone. E così l’effimero prende il sopravvento sul consolidato

sono le frasi che riassumano e condensano il pensiero di Costanzo Gatta, favorevolmente colpito dai molteplici richiami che, in sede di evento. hanno riportato alle tradizioni del lavoro dei campi (favorito più ancora che per quanto riguarda altri settori, dal contributo silenzioso delle donne dei nostri avi) e agli innumerevoli meriti dei pionieri.

“Qui non c’è voglia di gloriarci del passato, ritenendo che ci sia poco di cui gloriarci nel presente. C’è solo il desiderio di rinfrescare la memoria corta.”

precisa ancora Gatta. per concludere con le parole di Michel de Montaigne:

La memoria è il ripostiglio e l’astuccio della scienza“.

Una frase e una lezione, parola mia, da mandare…. a memoria!

68^ Fiera Regionale di Orzinuovi – dal 26 al 29 agosto 2016 – Comunicato stampa

Al ragguardevole traguardo della 68a edizione, tornerà alla fine d’agosto la tradizionale Fiera Regionale di Orzinuovi.
Evento sempre molto partecipato, con una quota di presenze che si aggira intorno ai 150.000 visitatori, offrirà quest’anno un programma rinnovato e particolarmente ricco di appuntamenti economici, culturali e sociali.
Il settore agricoltura e zootecnia, che insieme ad artigianato e commercio sono i cardini della manifestazione, rilancerà la presenza degli animali della cascina: prima fra tutti la mitica frisona, e poi cavalli, asini, capre, conigli.
Alla rappresentanza delle più importanti categorie agricole, artigianali e commerciali e alle eccellenze del territorio come il Parco dell’Oglio si affiancherà un’ampia convegnistica; spettacolo e folclore animeranno la Vecchia Fattoria, ricostruzione su carri dei vari ambienti della cascina per una “messa in scena” in abiti d’epoca della vita rurale negli anni 50; un’area specifica sarà dedicata alla cultura e alla coltura delle api e del miele. Non mancheranno le degustazioni per tutti i palati, dal miele, naturalmente, ai più apprezzati prodotti dell’agroalimentare con tantissime specialità enogastronomiche: formaggi, pasta, pizza, confetture e marmellate, olio, frutta e verdura, vini, birre artigianali, prodotti biologici a chilometro zero.
Il pane, alimento essenziale, tra i più diffusi e consumati al mondo, sarà protagonista di una serie di incontri e dimostrazioni, e nel grande stand allestito dai panificatori di Confartigianato si potrà assistere al ciclo delle sue fasi di preparazione.
Gli organizzatori e promotori della fiera, il cda di Nuova Orceania presieduto da Tonino Zana e la commissione coordinata dall’assessore Michele Scalvenzi sono al lavoro da tempo, con la supervisione del sindaco Andrea Ratti, per la nuova edizione, fortemente voluta nel segno della partecipazione allargata e attiva delle tante risorse della comunità; un’edizione che nel segno del rinnovamento non dimentica però le sue origini.
E proprio in omaggio al Motoclub orceano, che organizzò la prima edizione nel 1948, sfileranno e saranno in mostra moto e auto storiche, mentre i concessionari bresciani esporranno i modelli nuovi fiammanti.
Musica, arte, incontri culturali non saranno un corollario ma parte integrante e sostanziosa della kermesse. Una mostra sulla Vita dei campi tra la seconda metà dell’800 e la prima metà del ‘900 con dipinti provenienti da musei lombardi e collezioni private (che rimarrà aperta fino al 6 novembre) e un allestimento di abiti da sposa e foto di cerimonie nunziali, per ripercorrere storie di famiglia dagli anni Cinquanta ad oggi registrandone pure i mutamenti di moda e costume, saranno ospitate nella storica Rocca, anche conosciuta come Il Castello, cuore della città.
Sul versante musicale saranno allineati Riccardo Maffoni, i Matmata, Eliseo, Carlo Gorio, Malena, Meidokesic Blues Duo per un’inedita session di Rock orceano; previsto anche Piergiorgio Cinelli Trio in concerto. Il soprano Paola Moroni sarà protagonista di un particolarissimo appuntamento lirico con finale pirotecnico: Castello in fiamme (oltre ad aprire insieme al pianista Francesco Gussago il convegno tradizionalmente fissato alla vigilia dell’apertura della fiera nella Cascina Le Vittorie a Villachiara, quest’anno dedicato al Lavoro delle donne nella vita delle cascine).
Serate danzanti, esibizioni di cori e bande, spettacoli e aperitivi teatrali con le compagnie locali e i fuochi d’artificio finali di completano il carnet, arricchito anche da esibizioni sportive e di abilità, compreso un Torneo di morra con i campioni nazionali della vicina Barbariga.
È così che dal 26 al 29 agosto Orzinuovi si prepara ad accogliere la pacifica invasione dei 150.000 visitatori, i quali troveranno ad attenderli, oltre ai 250 stand (c’è ancora possibilità per iscrizioni e adesioni*), ai negozi del centro in grande spolvero e al ricco programma di iniziative, la meraviglia di una piazza trasformata in giardino, con allestimenti verdi e giochi d’acqua sullo sfondo dei bei palazzi dalle finestre per l’occasione tutte in fiore.

Nuova Orceania
030 9444136 – 334 8892022
fieradiorzinuovi@orceaniaservizi.it
www.orceaniaservizi.it

 

 

   Bonera.2

Categorie: Giorni d'oggi.