Ex Libris (21) – Versi romani pe’ ‘na data ‘ndimenticabbile

.

L’ingenuità del Bene e l’astuzia del Male, eterno tema della Storia.

Da una parte i lupi, dall’altra gli agnelli, in un gioco crudele che finisce sempre nello stesso modo.

Praticamente è di questo che, partendo da “quer sedici de ottobre”,  l’orribile giornata che vide i nazisti rastrellare con metodica ferocia il ghetto di Roma per caricare di ebrei da avviare allo sterminio convogli su convogli di vagoni piombati, parla il poemetto in vernacolo romanesco scritto da Alberto Ciarafoni.

.

.

Un affresco di straordinario nitore dell’antica filosofia ebraica mescolata, nel corso di una evoluzione secolare, all’autoironico fatalismo caratteristico del popolo romano, fedele nella ricostruzione storica dei fatti quanto poeticamente evocativo. Un remake lucido e spietato degli antichi e tristi giorni della deportazione in Egitto.

 .

E co’ la testa bassa, i rastrellati,

spinti avanti coi carci de’ fucili

(sistema certo tra li più ‘incivili

p’avelli suppergiù incolonnati)

se lagnaveno, tutt’arintronati

da li strilli de li tedeschi ostili

che echeggiaveno drento li cortili…

.

in cui i miliziani delle SS si potrebbero tranquillamente confondere con i soldati del Faraone.

Un libro snello e intenso, in cui si percepisce la fatica spesa dall’Autore (con indiscutibile successo) nella ricerca delle parole più attagliate alla narrazione e alle atmosfere e, nello stesso tempo, più suggestive.

Da leggere, anche dai non-romani.

.

.

 

.

  • Titolo: Quer 16 de ottobre.
  • Autore: Alberto Ciarafoni
  • Editore: Il Torchio (Padova) (1 gennaio 2016)
  • Collana: Il Torchio (Padova)
  • Pagine:
  • Prezzo:
  • ISBN-10: 8898669569
  • ISBN-13: 978-8898669561

.

.

Diplomato attore alla Scuola di Teatro La Scaletta, Alberto Ciarrafoni collabora con la Fondazione Teatro dell’Opera di Roma ed è anche regista. Fra i suoi ultimi lavori, la messinscena del Rigoletto di Verdi (sue anche scene e costumi) che, a Genova, ha riaperto alla lirica il Teatro Gustavo Modena.

Sta lavorando alla rifinitura del testo «’A ritorzione» sull’eccidio delle Fosse Ardeatine e al montaggio del video Ta-pum, che ricorda l’artista clarense Nino Piccinelli. autore del celebre canto.

.

.

   Il Lettore

Categorie: Scrittura.